Acquistare la prima casa: i consigli da sapere

Acquistare la prima casa è il desiderio comune a molti italiani. Il periodo è particolarmente favorevole, perché i prezzi degli immobili si sono abbassati e l'accesso a linee di credito è più semplice rispetto a un recente passato.

L'operazione tuttavia è particolarmente delicata, e richiede attente valutazioni: vediamo insieme quali sono i consigli da seguire per comprare casa in totale sicurezza.

Non siate impulsivi

Evitare il colpo di fulmine è la regola base: non innamoratevi del primo immobile che visitate, ma cercate di valutarne bene pro e contro.

A volte può essere utile vedere altre case, per poi tornare a visitare la prima, quella che vi ha fatto innamorare. La guarderete con nuovi occhi, di certo più consapevoli.

Valutate bene lo stato del fabbricato

Se l'aspetto della casa vi è piaciuto, se la posizione è favorevole e la metratura rispecchia le vostre esigenze, prendetevi del tempo per valutare attentamente le condizioni dell'immobile che intendete acquistare.

Come sono gli infissi, e in che condizioni versano? Si tratta di una costruzione recente? Ha già subito ristrutturazioni? È abbastanza luminosa e arieggiata? Mostra o potrebbe rivelare problemi di muffa? Ogni aspetto va approfondito a fondo, magari con l'aiuto di un tecnico di fiducia.

Impianti ed efficienza energetica

L'APE è il documento che certifica l'efficienza energetica della casa, e dovrebbe essere la vostra prima preoccupazione, arrivati a questo punto. Maggior efficienza vuol dire minori consumi per riscaldare e raffrescare l'appartamento, con evidenti risparmi in bolletta.

Fatevi consegnare dal proprietario o dall'agente immobiliare che vi sta seguendo tale documentazione, per valutare meglio l'acquisto. Per quanto concerne gli impianti invece, verificate che siano a norma e che siano stati revisionati, se la casa ha più di dieci anni.

Attenzione alla manutenzione straordinaria

Assicuratevi che la casa non abbia bisogno di operazioni di manutenzione straordinaria, perché comportano costi non indifferenti.

L'esempio più comune è la necessità di rifacimento del tetto. In questi casi, potreste usare a vostro favore lo stato dell'immobile per trattare (e anche parecchio) sul prezzo.

Immaginate la casa nel prossimo futuro

Superate le valutazioni precedenti, siete pronti all'acquisto: il prezzo è buono, non ci sono grossi lavori da fare, gli impianti sono in ordine e gli ambienti ben illuminati.

Prima di concludere l'affare, ponetevi questa domanda: come sarà la nostra casa tra 15 o 20 anni? Se la famiglia cresce, lo spazio sarà ancora sufficiente? Creare una casa domotica con il bonus oppure aspettare le nuove tecnologie?

Con bambini o anziani in casa ad esempio, la presenza di più livelli o scalinate sarà ancora un vantaggio o potrà diventare un problema? Guardate in avanti, quindi, e immaginate come potrebbero cambiare le vostre esigenze in un futuro neanche troppo lontano.

Aspetti burocratici e fiscali

Anche se sarà il notaio ad accertarsi di quanto segue, è bene essere prudenti e capire se da un punto di vista fiscale l'acquisto dell'immobile non possa riservare spiacevoli sorprese.

Accertatevi quindi che sulla casa non risultino ipoteche in essere, e che la stessa non sia in qualche modo collegata a cause fallimentari o che sulla stessa non gravino pendenze giudiziarie.

Cercate di capire inoltre come mai il proprietario vuole vendere l'immobile: se avete l'impressione che voglia sbarazzarsene, probabilmente l'affare nasconde qualche magagna di questo tipo.

Tasse e pendenze fiscali

Attenzione massima andrebbe posta al trascorso tributario della casa che state per acquistare: se le precedenti imposte non sono state regolarmente assolte, potreste trovarvi come nuovi proprietari con un debito nei confronti del fisco a vostro carico, e dover quindi saldare il dovuto per negligenze altrui.

Gestione dell'immobile e spese condominialiSe state per acquistare un appartamento all'interno di un condominio, chiedete accesso ai verbali delle più recenti assemblee.

Si tratta di un sistema semplice ed efficace per sapere se sullo stabile sono in programma lavori di manutenzione straordinaria, inoltre vi permetterà di conoscere i reali costi di impianti e servizi (pulizia parti comuni, ascensore, etc) nonché do venire a conoscenza di eventuali morosità da parte di altri condòmini.

Costi accessori e di agenzia

A questo punto ci siete: casa nuova vi convince sotto ogni aspetto, e l'acquisto sembra essere un buon affare. Valutate quindi la presenza di eventuali caparre e costi di agenzia e come si articolano nel dettaglio le voci di acconto, caparra penitenziale e confirmatoria.

Aspettatevi che quanto sopra sia quantificabile nel 10% del totale che andrete a spendere per l'acquisto della nuova casa.

L'ultimo controllo

Prima di affidarsi al notaio proposto dall'agenzia, se ne avete uno di fiducia sottoponete a lui tutti gli incartamenti, per sgombrare il campo da eventuali vizi di forma.

Ricordate infine che per legge l'acquirente può scegliere il notaio, quindi se chi vende preme troppo insistentemente per un professionista da lui indicato, prestate massima attenzione e riservatevi il diritto di nominarne uno di vostra fiducia.

About the author