prato-pronto-semi

Come avere un prato perfetto in ogni situazione

Come avere un prato perfetto e prendersene cura nel migliore dei modi? Sebbene al momento manchi un po’ alla primavera, la cura del manto erboso è essenziale in ogni stagione. Un prato deve essere sempre seguito, nutrito e irrigato, in modo tale che poi possa resistere alle temperature estive. Ci sono dei trucchi che puoi seguire per un prato impeccabile.

Ripulisci e arieggia il terreno

Prima di tutto, il prato va inumidito: se è asciutto, possiamo optare per un arieggiatore. Questo dispositivo può in ogni caso essere noleggiato, e ne esistono varie tipologie in commercio, a motore, elettrico o a scoppio. Dopo avere arieggiato il prato, possiamo usare un rastrello a denti sottili per ossigenare il terreno.

Innaffia sempre bene il terreno e mantienilo morbido: puoi spargere dei semi prato pronto (a tal proposito leggi le recensioni su moneygang.blog). In questo modo puoi favorire la formazione di un manto erboso folto, rigoglioso, e il colore sarà intenso e brillante, un verde davvero magnifico.

Taglia poco e spesso

Per avere un prato perfetto, è essenziale prevenire lo stress del’erba. Ciò significa che dovremo tagliare spesso, ma non troppo. Invece di procedere con un intervento massiccio e invasivo, possiamo accorciare il prato di cinque centimetri per volta. In estate, invece, abbiamo la possibilità di lasciar crescere l’erba un po’ di più.

Quanto è importante la concimazione

Il prato ha bisogno costante di nutrimento. Naturalmente, dopo un taglio, è essenziale procedere con la concimazione – che solitamente avviene in primavera – e solo in seguito optare per un fertilizzante (ogni 30 o 40 giorni). Qual è il migliore concime per prato? Indubbiamente la miscela a base di azoto, fosforo e potassio, che permette all’erba di crescere rigogliosa.

Non dimenticare di innaffiare il prato

Se il tuo obiettivo è quello di avere un prato perfetto, allora l’irrigazione è quel che ci vuole. Sebbene ovviamente non possiamo innaffiare il prato con una gran quantità di acqua ogni giorno, dobbiamo comunque regolarci in base alla temperatura e anche al livello di umidità nell’aria. L’acqua è fondamentale per l’erba, perché consente di far germogliare i semi. Hai comunque due possibilità a disposizione: innaffiare a mano o sfruttare la moderna tecnologia e optare per un irrigatore. Il tuo giardino sarà in ogni caso perfetto. Ricorda ovviamente che l’irrigazione dovrà avvenire in determinate fasce orarie: non solo risparmierai in bolletta, ma è sbagliato innaffiarlo durante le ore più calde.

Estirpa le erbacce

Chiunque abbia un giardino ha sicuramente notato la crescita di erbacce. Avere un prato perfetto significa anche tenerlo pulito e intervenire ogni tanto andando a rimuovere ed estirpare l’erbaccia in superficie. Puoi usare eventualmente uno scarificatore manuale per eliminare le erbacce più piccole (tra tutti ci vengono in mente il trifoglio bianco e la veronica). Se invece hai notato delle margherite o denti di leone, puoi usare un sarchiatore per radici. Infine, nel caso in cui nessuna soluzione funzioni, è possibile valutare di sfruttare dei diserbanti.

Prato perfetto anche in inverno: la manutenzione

Quali sono le operazioni fondamentali per curare il prato in inverno? Indubbiamente dobbiamo mettere al primo posto la scarificazione e l’aerazione. Non può mancare anche il top dressing per prato, che è quell’operazione che permette di riempire i buchi derivati dalla scarificazione. Inoltre, è importante valutare un concime a lenta cessione, così che si possa distribuire sul prato in maniera uniforme e prevenire la formazione del muschio.

In inverno, consigliamo in ogni caso di sospendere le irrigazioni e i tagli. Il consiglio migliore è di tagliare quattro centimetri di erba in autunno. Mai irrigare, però, perché l’acqua e il freddo potrebbero far gelare le radici e dunque causare la morte dell’erba.

About the author