Come scegliere un buon aspirapolvere

Il vostro vecchio aspirapolvere vi ha abbandonato e state pensando di comprarne finalmente uno nuovo. Il vostro vecchio e fidato aspiratutto faceva perfettamente il suo dovere, era quello giusto per far tornare la vostra casa uno specchio, ma non è detto che non possa avere un’affidabile sostituto.

Si sa, per le donne l’aspirapolvere è come un secondo marito, vogliono che aspiri bene, che abbia tante spazzole di ricambio per arrivare nei punti più impensabili, anche il più nascosto angoletto deve tremare al suo arrivo, che sia maneggevole e con un filo che può fare Bari-Milano andata e ritorno, senza mai doverlo staccare dalla spina.
In questo articolo vi daremo qualche consiglio utile, che possa guidarvi nella scelta del vostro nuovo elettrodomestico e per la piena soddisfazione.

Tipologie di aspirapolvere

Le tipologie più diffuse sono essenzialmente 2:

    • SCOPA ELETTRICA: strumento agile e maneggevole, è adatto per chi ha una casa con molti mobili e ha bisogno di arrivare in tanti punti. Fornita in genere di diverse spazzole con lei sarà possibile anche pulire tende e tessuti. Un pratico supporto da muro, vi permetterà di riporla molto comodamente anche in spazi ristretti. Con un consumo molto ridotto di energia, ha però un serbatoio per la raccolta dello sporco che risulterà meno capiente dei normali aspirapolveri, quindi se avete una casa molto grande occorre capire se faccia comunque al caso vostro.
    • ASPIRAPOLVERE A TRAINO: ha un tubo con spazzola per l’aspirazione, collegato a un corpo che è possibile spostare per casa grazie alla presenza di rotelle. Ha una grande potenza di aspirazione e generalmente un serbatoio per lo sporco molto più ampio rispetto quello delle scope elettriche. E’ fornita con un kit di spazole che permetterà di pulire diverse superfici, pavimento, tappeti, tende.

L’aspirapolvere può raccogliere lo sporco in:

    • SACCHETTI: sono quelli più diffusi in commercio. Una spia informerà quando il sacchetto (in genere di carta) è pieno e deve essere cambiato. Basterà premere un pulsante e aprire il corpo, con un sistema di ganci si sfilerá il sacchetto. È il sistema più igienico perchè nè si entra in contatto con la polvere, nè la si disperde, ma a lungo andare può essere dispendioso visto che ogni sacchetto ha un costo in media di 70 centesimi l’uno e costosi sono gli interventi per le problematiche tecniche che spesso si riscontrano.
    • CON SERBATOIO: gli aspirapolveri di questo genere sono quelli ciclonici di ultima generazione, quelli ad acqua o a vapore. Il serbatoio di solito è in plastica, lo svantaggio però è che nel momento di svuotarlo c’è sempre un po’ di dispersione di polvere nell’ambiente circostante, quindi è consigliabile farlo all’aperto per non rovinare il lavoro di pulizia fatto fino a quel momento.

Poi ci sono i vari aspirapolveri ciclonici che con la forza centrifuga riesce a separare la polvere dall’aria, quelli a acqua perfetti per chi in famiglia ha soggetti allergici, a vapore, e via dicendo.

Come dovete scegliere?

Innanzitutto dovete scegliere in base all’ampiezza della vostra abitazione, per evitare di dover svuotare il serbatoio svariate volte durante la pulizia, poi in base a chi abita la casa, se avete animali, se il vostro pavimento è in moquette o parquet.
Non di meno conto sono inoltre gli accessori che vi offre l’elettrodomestico, quantità, qualità e la facilità che avrete poi nel trovarli in commercio quando avrete bisogno di cambiarli o di aggiungerne altri. I ricambi ormai hanno un buon mercato anche e soprattutto su internet.

Per farvi un’idea della vastitá di prodotti presenti sul mercato andate sul questo sito. Uno dei maggiori produttori di tutti i tipi di ricambi che potrete immaginare. Tutti i tipi di spazzole per aspirapolvere. In piú troverete le impugnature, i tubi di prolunga, manicotti, lance, scovolini per vetrerie, spatole e in piú accessori per autolavaggi, come le lance per aspirazione e pulizia, accessori per lucidatrici, spazzole e accessori per aspirazione per lavaggi ad estrazione, bocchette antistatiche e conduttive, per aspirazione centralizzata e per quella industriale.

About the author