Come trasferirsi in coppia in Australia

Le tematiche che riguardano l'immigrazione vengono prese in considerazione con molta attenzione in Australia, in modo particolare per ciò che concerne il rilascio dei visti. Nel caso in cui si sia interessati a trasferirsi in questo Paese, sono diverse le tipologie di visto che è possibile ottenere: essi cambiano in funzione del motivo per il quale ci si trasferisce. Il Visa Partner, per esempio, è destinato a coloro che hanno intenzione di emigrare in coppia, ma è opportuno sapere che le procedure che devono essere seguite per una richiesta in merito sono decisamente lunghe: proprio per questo motivo vale la pena di attivarsi con un anno di anticipo, così da avere la certezza di raccogliere tutti i dati di cui si ha bisogno.

Entrando più nel dettaglio, la prima condizione da rispettare è che lo sponsor a cui ci si affida una volta arrivati in loco abbia la cittadinanza neozelandese o australiana, abbia compiuto diciotto anni e, ovviamente, sia disponibile a fungere da sponsor. Se si presenta la domanda per il visto di coppia, inoltre, è necessario fornire dettagli privati a proposito della propria relazione; occorre, per esempio, spiegare in che modo ci si sostiene a vicenda sia dal punto di vista emotivo che sotto il profilo economico. Le istituzioni australiane hanno bisogno di prove, e per questo richiedono anche date e ulteriori particolari sull'evolversi della coppia.

Non solo: è indispensabile riuscire a provare che la coppia esiste da almeno un anno, e per avere conferme sul coinvolgimento può accadere che vengano chiamati in causa anche amici o parenti, purché di età superiore ai diciotto anni. Tra le prove che possono essere richieste ci sono le foto di viaggi compiuti insieme, ma anche la cointestazione di un contratto di affitto, e così via. Come si può notare, si tratta di un iter piuttosto lungo e laborioso.

In termini economici, il costo della richiesta del visto è pari a 2.960 dollari. Entrambi i componenti della coppia sono tenuti a fornire il certificato penale e carichi pendenti per ciascun Paese in cui si è vissuto, a partire dai sedici anni di età, per almeno un anno. Leggendo la guida "Carichi pendenti cosa sono", messa a punto il traduttore professionale Giuliana Bonifacio è possibile scoprire tutti gli approfondimenti in merito. Per ottenere il certificato generale del casellario giudiziario bisogna spendere 14 euro e 62 centesimi, che è la cifra che corrisponde alla marca da bollo; per il certificato servono 3 euro e 54.  

About the author