Coronavirus: l’Austria pronta alla riapertura di imprese e negozi

coronavirus-austria

In questo ultimi mesi a causa del Coronavirus molte cose sono cambiate nel mondo, purtroppo la vita di molti è stata completamente ribaltata, c’è chi non ce l’ha fatta lasciando nel dolore i propri cari, chi ancora sta lottando tra la vita e la morte e chi invece attende impaziente presso la propria casa, con la speranza che quest’incubo possa terminare da un momento all’altro.

Tuttavia, da quanto si apprende però, i contagi stanno via, via scendendo, l’epidemia si sta attenuando e i ricoverati presso la terapia intensiva cominciano ad essere estubati. 

Dopo lunghe restrizioni, qualche Paese inizia ad allentare la corda, uno tra questi è l’Austria.

In una conferenza stampa tenutasi qualche giorno fa, il presidente austriaco, Sebastian Kurz, ha dichiarato l’inizio della fase 2, una ripresa programmata di tutte le attività che erano state destinate al lockdown.

Ed è proprio a partire dal 14 aprile che diverse attività potranno nuovamente aprire le saracinesche. 

Naturalmente parliamo di piccole attività imprenditoriali, ma il presidente è pronto a rimettere un freno qualora i contagi dovessero nuovamente risalire. 

Fase 2 ecco cosa prevede 

Dal 14 aprile potranno aprire tutti i negozi di piccole dimensioni e quelle piccole attività imprenditoriali, purché tutti, sia il personale che i clienti indossino la mascherina.

A partire da maggio, molto probabilmente potranno aprire anche i parrucchieri e altre attività commerciali affini

Ancora non si sa nulla invece, in merito ad hotel e ristorazione, l’argomento al momento è in stand-by.

Il presidente ha intenzione di dare il via libera anche all’attività scolastica con le adeguate misure di sicurezza per lo svolgimento degli esami di maturità.

Tuttavia, nonostante molte attività possano nuovamente riavviarsi, molte restrizioni continuano ad esserci, tra cui, quello di girare in strada o utilizzare i mezzi pubblici indossando la mascherina. 

Ormai è diventata d’obbligo, non solo in Austria ma in tutti i Paesi coinvolti dal Covid-19.

Austria, uno dei Paesi meno colpito dal virus

L’Austria è uno dei Paesi che è stato meno colpito dalla pandemia

È stato comprovato che su 8,8 milioni di abitanti, si contano soltanto 12.162 contagiati

In questi ultimi giorni oltretutto, c’è stato un calo di contagi pari a 1,6%.

Naturalmente non bisogna mai abbassare la guardia, perché il rischio di poter essere contagiati è sempre alto, ma mettendo in atto tutte le accortezze e le precauzioni del caso, allora si potrà sconfiggere il Covid-19 e via, via ritornare alla vita normale, anche se molti resteranno segnati da questa tragedia inaspettata.

Tuttavia, la vita va avanti e bisogna reagire e trovare nuove soluzioni per rimettersi nuovamente in gioco. 

L’Austria offre molte opportunità lavorative, per chi dunque, desidera investire in questo Paese caratterizzato da un’economia fiorente e ottenere ottime soddisfazioni lavorative, soprattutto per tutte quelle aziende italiane che decidono di ampliare il proprio business in Austria.

Dal momento che attualmente non si ha ancora libertà di circolazione, si possono richiedere tutte le informazioni necessarie rivolgendosi al sito investinaustria.at, dove si riceverà non solo assistenza ma si verrà seguiti passo passo in tutti quelli che sono gli step da seguire ed evitare di commettere degli errori.