virgo-piedi-freddi-donne

I fashion film: cosa sono e i migliori registi al riguardo

In questo nuovo mondo in grande espansione legato ai fashion film merita una menzione il regista calabrese Massimo Ivan Falsetta. Il romano d’adozione si è distinto per quanto riguarda questa nuova forma d’arte che unisce in spot pubblicitari d’autore cinema e moda al servizio sia dell’artista che, soprattutto, delle aziende e dei brand del settore affermandosi come miglior regista per moda e luxury. La pellicola “Virgo, i piedi freddi delle donne”, cortometraggio di genere Sci-fi drammatico con protagonista Roberto Herlizka e la partecipazione di Anna Falchi, ha conquistato il premio Best Sci-Fi Director a Londra.

Ha conquistato l’intera l’Inghilterra “Virgo, i piedi freddi delle donne”. Il cortometraggio di Massimo Ivan Falsetta si è infatti aggiudicato il “Gold Award” al Linear International Film Festival che si è svolto a Manchester. Virgo, già vincitore come miglior regia e migliore attore al Reff 2019, e come migliore attore al Free Aquila festival, è uno sci-fi ambientato in un’era in cui per evitare la sovrappopolazione del pianeta, il Governo globale ha stabilito che nessuno possa vivere oltre gli ottant’anni: Odino (Herlitzka) si appresta così a trascorrere il suo ultimo giorno sulla Terra e a festeggiare il suo triste compleanno in attesa dell’arrivo di sua figlia Margot.

Eclettico, un altro prestigioso lavoro del regista calabrese, gli ha invece consentito di vincere il Chicago Fashion Film Festival, una delle manifestazioni più importanti al mondo dove gareggiano i migliori registi e brand mondiali. 

Potrai contattare Massimo Ivan Falsetta per realizzare un fashion film, uno spot pubblicitario, un video per aziende oppure un videoclip musicale.

Cosa sono i Fashion Films

I Fashion Films sono cortometraggi o video digitali della durata di circa 1 a 15 minuti, in cui i grandi marchi lanciano un prodotto con un concetto innovativo e di solito viene mostrata una trama che spiega una breve situazione, sempre sotto la direzione di grandi registi, molti di loro rinomati, e interpretati da famosi modelli e attori o attrici.

Questa modalità è stata recentemente implementata come concetto di marketing virale, sono generalmente prodotti per essere riprodotti attraverso la rete e quindi possono raggiungere più facilmente il consumatore e sfruttare la possibilità del passaparola per diffondere un marchio o un prodotto specifico.

Dagli abiti di Coco Chanel per il film Tonight or Never (1931) di Mervyn LeRoy ai bizzarri modelli di Jean Paul Gaultier per Kika (1993) di Pedro Almodóvar oppure l’ultimo Balenciaga rosso che monopolizza lo schermo del nuovo corto del regista con Tilda Winton. Il legame tra moda e cinema dura da decenni e ci ha lasciato delle vere e proprie icone.

In un presente dove le sfilate fisiche sono in discussione e dove le proposte audiovisive invadono le passerelle, il fashion film si impone come mezzo protagonista per trasmettere l’ universo delle imprese. Un romanticismo tra moda e cinema che va oltre gli schermi dei teatri per raggiungere le passerelle e gli smartphoneQuesto nuovo modo di intendere la pubblicità è uno strumento perfetto per trasmettere in modo creativo i valori e l’ estetica dell’azienda.

Fashion Film Festival 2021

Dal 13 gennaio e fino a martedì 19 gennaio di quest’anno si è svolta a Milano la settima edizione del Fashion Film Festival che ha offerto una selezione di 200 opere, di tutte le lunghezze di durata, dalle clip ai docufilm. Diretto da Constanza Etro, il contenitore per celebrare la moda, mai come oggi al centro dei problemi internazionali derivati dalla pandemia, ha messo a disposizione degli utenti il sito internet su cui vedere le proiezioni in gara.

Le opere in concorso pervenute da quasi 60 Paesi in tutto il mondo. Su tutti ha trionfato la lettura di “Le Mythe Dior” di Matteo Garrone.

I migliori fashion film del festival 2021 sono stati giudicati da una giuria presieduta da Tim Yip, Regista, Art director e costumista, vincitore di un premio Oscar per le scenografie de “La Tigre e il Dragone” insieme ad altri fotografi, fashion designer e influencer conosciuti.

 

About the author