Hydraulic presses: a quale produttore affidarsi

Una pressa idraulica, o hydraulic bending machine, è un macchinario che sviluppa una forza utilizzando lo scorrere di un fluido ed è solitamente utilizzata per la compressione di materiali assai resistenti come il metallo con lo scopo di ridurne le dimensioni, compattandoli e imballandoli. Un’officina o un’azienda che abbia bisogno di una pressa idraulica dovrebbe sempre affidarsi a produttori efficienti la cui esperienza possa garantire solo il top della gamma nel settore hydraulic bending machines.

 

Hydraulic bending machines della 1960 Seravesi: presse idrauliche di alta qualità

 

Versatilità ed elevata robustezza sono le principali caratteristiche delle hydraulic bending machines della 1960 Seravesi. A seconda della configurazione, la pressa idraulica può essere utilizzata per la produzione di piatti, costruzioni navali o lavori di carpenteria di ogni tipo. Grazie al design avanguardistico del telaio delle hydraulic bending machines della 1960 Seravesi, la macchina garantisce robuste performance che si riflettono nella precisione dei prodotti lavorati e pressati. Ovviamente ogni hydraulic bending machines della 1960 Seravesi, presenta una configurazione personalizzata su richiesta della clientela assicurando a chiunque hydraulic bending machines conformi alle proprie esigenze industriali.

 

Modelli delle hydraulic bending machines della 1960 Seravesi

 

1960 Seravesi rifornisce officine e aziende con tre modelli di presse idrauliche. Il modello PPM della 1960 Seravesi è una pressa a portale mobile con cilindro mobile. Questo modello di pressa è particolarmente indicato per spianare lamiere di grosso spessore e dimensioni, raddrizzare barre forgiate e raddrizzare strutture lunghe elettrosaldate. La caratteristica principale di queste macchine è che il gruppo di pressatura, invece di avere una posizione fissa, è montato su un apposito carrello che consente un movimento longitudinale sul banco inferiore.

 

Un altro modello di hydraulic bending machines è il PCM della 1960 Seravesi, cioè una pressa a portale fisso con cilindro mobile. Questo modello di pressa è utilizzato per formare pezzi complessi e formare lamiere grecate. La caratteristica principale di questo modello è che il gruppo di pressatura, invece di avere una posizione fissa, è montato su un apposito carrello che ne consente un movimento longitudinale.

 

Infine, come terzo modello di hydraulic bending machines abbiamo il PCF della 1960 Seravesi, pressa idraulica particolarmente adoperata per la produzione di estremità bombate e la formatura di parti complesse.

 

Caratteristiche principali delle hydraulic bending machines della 1960 Seravesi

 

Ogni pressa idraulica è facile da mantenere grazie alla comoda accessibilità delle parti elettriche e idrauliche e grazie alla diagnostica nel pannello di controllo sempre a portata di mano dell’operatore.

 

Inoltre, grazie alla particolare concezione costruttiva delle hydraulic bending machines della 1960 Seravesi, le forze esistenti non vengono scaricate sulle viti di fissaggio delle parti meccaniche ma su perni dimensionati in base alla potenza della macchina. La particolare costruzione sia della traversa superiore che di quella inferiore fa in modo che la sede del cilindro si appoggi sull’asse neutro per evitare punti soggetti a forti sollecitazioni. Da tutto questo deriva grande affidabilità e sicurezza sul lavoro.

 

Infine, a seconda degli accessori installati, le hydraulic bending machines della 1960 Seravesi possono essere utilizzate per diversi compiti come la formatura di estremità di piatti, pannelli ondulati e forme complesse o la raddrizzatura di piastre e strutture saldate.

 

Struttura delle hydraulic bending machines della 1960 Seravesi

 

Le hydraulic bending machines della 1960 Seravesi sono composte da un basamento basso, due montanti laterali e la traversa superiore dove si trovano il cilindro idraulico e la centralina idraulica.
Per le presse a spinta di basso tonnellaggio la struttura è monolitica. Il livello inferiore è dotato di asole a T per il fissaggio diretto sia degli stampi del basamento che della modanatura, anch’esse dotate di asole a T.

 

Le strutture metalliche del basamento, dei montanti e della traversa sono realizzate con lamiere di diverso spessore elettrosaldato, sottoposte a trattamento termico di distensione per eliminare le sollecitazioni dovute al trattamento di saldatura e sabbiatura con preverniciatura.

 

Tutto questo è significativo delle grandi prestazioni industriali garantite dalle hydraulic bending machines della 1960 Seravesi, il top di gamma nel settore presse idrauliche. Affidarsi a un produttore con tale esperienza alle spalle, come suggerirebbe ogni professionista delle strategie aziendali, non può che giovare al futuro della vostra officina o della vostra azienda, senza contare che 1960 Seravesi fornisce immediata assistenza su ogni hydraulic bending machines fin qui illustrata per mantenere sempre elevato il livello delle performance.

 

About the author