Pulizia infissi: cosa fare a seconda del materiale dell’infisso?

Prima di parlare dei sistemi di pulizia degli infissi è bene specificare che gli infissi sono un elemento fondamentale per ogni abitazione ed è possibile fare una distinzione della tipologia a seconda del materiale da cui essi sono composti. Parliamo quindi di 3 categorie principali di infissi.

 

INFISSI IN PVC

 

Il PVC è un materiale altamente resistente ma nonostante ciò bisogna comunque fare attenzione in quanto prodotti in commercio, possono danneggiare la struttura dell'infisso oppure le sue guarnizioni dati i componenti aggressivi presenti in essi (alcol, solventi, microparticelle abrasivi). A differenza di quelli in legno, gli infissi in PVC richiedono una manutenzione davvero minima e per mantenerlo in buono stato basta soltanto qualche piccolo accorgimento. Il primo passo nella pulizia delle finestre in PVC è quello di eliminare la polvere in eccesso sulla superficie con l'ausilio di un panno morbido. Una volta rimossa la polvere possiamo passare alla pulizia vera e propria, che può essere attuata con l'uso di prodotti specifici per infissi in PVC, oppure tramite detergenti fatti in casa. La miscela in questo caso può essere composta da acqua ed aceto (1/4 della soluzione) oppure acqua tiepida e detergente per piatti. Preparato il composto bisogna versarlo all'interno di uno spruzzino ed in seguito spruzzare e lasciare agire sulla superficie per circa un minuto. Successivamente basta rimuovere il tutto con un panno umido. Per le parti meccaniche in movimento è consigliabile usare spray a base di vaselina che lubrifica e riduce la possibilità di ossidazione.

 

LEGNO

 

A differenza degli infissi in PVC, gli infissi in legno vanno puliti con regolarità per evitare che lo sporco si accumuli e diventi particolarmente difficile da rimuovere, specie se si tratta di serramenti in legno bianco. L'importante è evitare dei prodotti chimici che potrebbero rovinare il rivestimento dell'infisso. Fatta questa premessa possiamo procedere con acqua ed aceto di mele e bicarbonato. Creiamo dunque la miscela a base di acqua contenete per 1/4 l'aceto di mele ed un cucchiaio di bicarbonato di sodio. Con l'ausilio di un panno in micro-fibra, strofiniamola sul serramento rimuovendo le zone con macchie più intense, grazie all'azione dell'aceto verranno rimosse tutte le incrostazioni e lo sporco, mentre il bicarbonato aiuterà a sbiancare la superficie. Se l'infisso risulta particolarmente sporco, potete rimuovere le macchie più ostinate utilizzando una spugna imbevuta con acqua tiepida ed un cucchiaio di ammoniaca. Successivamente applicate della cera vergine per ottenere un maggiore effetto brillantezza.

 

ALLUMINIO

 

La cura degli infissi in alluminio come per quella degli infissi in PVC ed in legno, è necessaria per una corretta manutenzione e per garantire una buona tenuta a livello estetico nel tempo. É severamente bandito l'utilizzo di utensili affiliati oppure appuntiti, spugne abrasive oppure prodotti chimici aggressivi, come solventi, alcol e acidi, questo perché questi ultimi potrebbero rovinare sia le guarnizioni che le finiture del telaio. Per la pulizia sono necessari un panno morbido per la rimozione della polvere in eccesso sulla superficie ed un detergente specifico per la pulizia dell'alluminio, altrimenti una miscela fai da te, costituita da un detergente neutro mischiato con acqua tiepida (sapone di Marsiglia, aceto o bicarbonato). Inumidiamo il panno con acqua calda e passiamolo su tutta la superficie, facendo attenzione alle fessure nei canali di drenaggio, a maggior ragione se gli infissi sono molto sporchi. Eventuali residui di sporcizia presenti nelle fessure necessitano di essere rimossi con piccoli stuzzicadenti. Infine passare con attenzione e delicatezza, l'aspirapolvere sulle guarnizioni e successivamente anche lo straccio inumidito.

 

La cosa che accomuna infissi in PVC, legno ed alluminio dunque è la regolare pulizia nel tempo e manutenzione nel tempo, anche se la costanza di ciò varia tra i 3 materiali elencati, è importante pulire con regolarità per prevenire malfunzionamenti o danni, estetici e meccanici, ad i nostri infissi.

About the author