trasgressione-lockdown

Trasgressione e lockdown, un fenomeno sociale interessante

Il fenomeno sociale della trasgressione avvenuta durante il lockdown è molto interessante, non solo dal punto di vista psicologico, ma anche per quanto riguardano le tendenze future del settore dell’erotismo. Che cosa è effettivamente cambiato in noi? Perché c’è sempre di più il desiderio di lasciarsi andare e di ampliare i propri interessi, soprattutto quando non sono propriamente convenzionali?

Come si evince da Escort al Top, sito di annunci escort, sono in netto aumento le richieste degli uomini di trascorrere una notte fuori di casa, o di sperimentare qualcosa di nuovo. I limiti imposti dalla società per tanto tempo stanno crollando. Sempre meno persone si sposano, mettono su famiglia; si punta alla libertà dell’eros, senza giudicare o essere giudicati.

Trasgressione e lockdown, come sono connessi?

Nel momento in cui ci siamo trovati chiusi in casa, per proteggerci e per prevenire il contagio di Covid-19, qualcosa è cambiato. O forse dovremmo dire che qualcosa si è effettivamente rotto. In che senso? Non abbiamo più posto alcun limite, e molti di noi hanno avuto la possibilità di riflettere e di capire che molti aspetti della propria vita non funzionavano più.

Magari qualcuno ha capito che il proprio rapporto amoroso non aveva più alcuno sbocco; altri invece hanno provato ad aumentare la carica erotica insieme alla propria partner, con tecniche più piccanti. Alcuni, tuttavia, si sono riversati sul mondo del web, approfondendo dei temi non comuni, non tradizionali, ma che ormai sono stati nettamente abbattuti grazie alla lotta ai tabù degli ultimi tempi.

Cosa è successo durante il lockdown: perché siamo tutti più disinibiti

C’è più disinibizione, più voglia di lasciarsi coinvolgere dal momento. C’è anche il desiderio di non porsi dei limiti e di scoprire dei piaceri. Di andare oltre, di vivere a pieno. La storia ci ha insegnato che in ogni epoca siamo cambiato a seguito di un grande evento: la diffusione del Coronavirus ha rotto gli equilibri mondiali, non solo in Italia, e ha avuto il suo peso per molti aspetti.

Sentirci chiusi in casa, senza avere la possibilità di esprimerci, ci ha effettivamente permesso di comprendere il valore della vita. Non è semplice vivere secondo le regole più giudicanti della società. Ed è forse questo il motivo principale per cui non ci si vuole più adeguare ai dogmi, ma aprirsi al nuovo e svestirsi di ogni tabù o costrizione.

La scoperta del web: quanto ha influito la rete sulla trasgressione?

Naturalmente, nel momento in cui non potevamo uscire di casa, ci siamo riversati tutti sulla rete. Tra una chiacchiera e l’altra, tra una frase e un incontro in webcam, il web ha avuto un peso enorme sull’aumento di trasgressione nel lockdown. Lo hanno avuto anche i social network, che hanno connesso tantissime persone e che sono stati un punto di lancio per ampliare la cerchia di conoscenze e trovare qualcuno con cui creare una sintonia erotica.

Gli italiani sono sempre più propensi a tradire e “lasciarsi andare”

Le recenti statistiche dell’Unione Europea hanno posto l’accento sul fatto che gli italiani sono molto più propensi al tradimento. Siamo sempre stati conosciuti nel mondo per il nostro attaccamento alla famiglia. Adesso, però, è tutto molto rientrato, e c’è chi non vede l’ora di sperimentare nuovi metodi di trasgressione, senza considerare che sono in netto aumento le coppie poliamorose.

Questo fenomeno sociale non è destinato comunque a sgonfiarsi, tutt’altro. Anzi, probabilmente ci sarà ancora più voglia di trasgressione, perché si sono rotti quegli schemi e quei tabù che ci hanno sempre fatto vivere il sesso in modo schematico. Lasciarsi andare non è solo una moda del momento: è un fenomeno sociale che si consoliderà nel tempo.

About the author