Il fascino del Vintage: gli anni ’20

Il mercato del Vintage è ricco e in crescita. Sempre più persone subiscono il fascino di vestiti e oggetti del primo Novecento. Non ci si limita più ad osservare il passato, bensì oggi li si mostrano e si indossano.

I vestiti

Gli abiti sono un elemento fondamentale per definire la propria personalità. Ognuno di noi è attratto da uno stile differente che sente a sé più affine. Alcuni di noi non riescono a seguire i dettami nella moda contemporanea. Come fare, quindi? Il Vintage è la risposta per molti. Riscoprire stili del passato aiuta le persone a poter scoprire cosa a loro si addica maggiormente. In modo particolare, l’occhio dei giovani cade spesso sulla moda appartenente agli anni ’20 del Novecento. Le donne indossavano abiti brillanti o smoking maschili. Gli uomini si scoprivano eleganti e sensuali. Gli abiti di quel tempo erano sinonimo di libertà ed emancipazione. Forse il fascino nei confronti di questo periodo, scaturisce proprio dal senso di libertà che essi rilasciano.

Gli anni ’20

Il decennio degli anni ’20 è ricco di spunti artistici e politici. Entrambe queste cose passano attraverso lo sviluppo della moda e del design. Le donne indossano i pantaloni e in Germania nasce la Bauhaus, la prima scuola che unisce l’arte all’artigianato. Proprio le Bauhaus hanno dato il via al movimento del design, preludio di un nuovo concetto di decorazione di interni. Il forte senso di novità e modernità, rendono il decennio degli anni ’20 incredibilmente attraente. Molti giovani riscoprono questo periodo e restano incantati dalle pose e dall’attitudine disinibita delle donne e degli uomini degli anni ’20.
Gli abiti più richiesti dalle donne sono tendenzialmente da due modelli d’abito: lo smoking e il classico abito da Charleston. Questi due abiti sono gli opposti e rappresentano i due lati estremi della femminilità. Lo smoking femminile è sinonimo di sicurezza e autorità. L’abito da Charleston è sinonimo di giocosità e sembra riportarci all’interno del romanzo di Scott Fitzgerald Il grande Gatbsy.

La rivalutazione del Vintage

Sono sempre di più gli store che si occupano della vendita di abiti e oggetti vintage. E sono sempre di più i clienti affezionati a questo tipo di attività. All’interno degli store è possibile trovare un misto di abiti, cappelli, scarpe, oggetti e libri d’epoca. Molte donne, oggi giorno, indossano i modelli di smoking femminile con taglio moderno. Tuttavia, in molte preferiscono indossare giacca e cravatta con taglio anni ’20, in modo da identificarsi meglio con una donna di potere e terribilmente attraente. Lo smoking non funge solo da corazza, ma anche da arma di rivalutazione del corpo femminile. La giacca da smoking, di fatti, se ben sfiancata accentua e valorizza le forme della donna che la indossa, permettendole di far esplodere la propria femminilità. I colori degli smoking possono variare al classico nero dell’abito da sera, al color crema più adatto alle attività giornaliere. Insomma, abbiamo uno smoking per ogni esigenza e situazione.
Per quanto riguarda l’abito in stile Charleston, la questione è differente. Parliamo di un vestito con un taglio storico estremamente definito e riconoscibile. Il suo fascino senza tempo, fortunatamente, lo rendono accessibile ed utilizzabile per ogni festa o serata di gala. Il suo taglio a tubino è adatto per serate formali o per cocktail party, il suo colore nero lo rende irresistibile per una serata. Solitamente lo si accompagna con un giro di perle e delle scarpe con un tacco non troppo alto. Se si vuole seguire lo stile completo degli anni ’20, meglio optare per dei guanti lunghi in pelle o velluto. Per diventare una vera dama dell’epoca, basta aggiungere un bocchino con una sigaretta e stringerlo tra le dita.

About the author